Consiglio dei Ministri

Governo, rinviato il vertice sulla prescrizione: tensione in maggioranza. Italia Viva minaccia di votare con Forza Italia

in Primo Piano by

Rinviato al 9 gennaio il vertice sulla prescrizione previsto per domani. Ma resta altissima la tensione tra il Partito Democratico ed Italia Viva che ribadisce: modifiche o votiamo con Forza Italia.

Luciano Nobili conferma che Italia Viva è disponibile “a discutere se c’è la volontà di correggere questa barbarie giuridica. Altrimenti voteremo la proposta Costa (di Forza Italia, ndr) e tutte le forze politiche si assumeranno le proprie responsabilità davanti ai cittadini, che non possono essere condannati a processi senza fine, il contrario della giustizia”.

La maggioranza ha rinviato la verifica sulla prescrizione: nessuna sorpresa, visto che questo è il governo dei rinvii e dei decreti salvo intese. Ma ora Di Maio ha posto una nuova mina sulla strada dei cosiddetti riformisti di Italia Viva: l’abolizione del Jobs Act e il ripristino dell’articolo 18, da sempre fiori all’occhiello del renzismo. Vedremo se gli alleati del grillismo imperante chineranno la testa anche su questo”, dichiara Anna Maria Bernini, presidente dei senatori di Forza Italia. Anche il leader della Lega Matteo Salvini va all’attacco: “Uno scempio”.

Intanto, per domani, davanti a Montecitorio, è previsto un presidio di Più Europa, Azione, Energie per l’Italia e Radicali per chiedere l’immediata cancellazione del blocco della prescrizione previsto dalla riforma Bonafede e il ripristino del principio del giusto processo.