MAGGIORANZA PRESENTA DDL RIFORME, MA SI AVVICINA REFERENDUM

Giustizia e legge elettorale, la maggioranza di Governo rischia di implodere

in Primo Piano by

Sulla legge elettorale sembra che si stia per raggiungere l’accordo tra le forze di maggioranza, mentre, per quanto concerne la giustizia, il confronto sulla prescrizione si sta trasformando in un braccio di ferro tra M5s da una parte e Pd e Italia Viva dall’altra, tanto che qualcuno parla di “rischi per il governo”.

L’ultimo vertice sulla prescrizione si è concluso con un nulla di fatto. La richiesta del Pd e di Italia Viva è di sospendere l’entrata in vigore della legge (prevista per il 1 Gennaio) che blocca la prescrizione dopo il primo grado di giudizio, per poi esaminare la questione insieme alla riforma del processo penale.

Gli uomini di Zingaretti e Renzi propongono una serie di soluzioni per far convivere il blocco della prescrizione con il principio della ragionevole durata del processo. Ma il ministro Alfonso Bonafede non ha intenzione di rinviare l’entrata in vigore della legge. Il Pd non minaccia la crisi, anzi invita a proseguire il confronto, ma la minaccia non velata è che senza accordo in Parlamento i Dem – come anche Iv – potrebbero votare una proposta di Enrico Costa (Fi), che abroga la legge con il blocco della prescrizione.

Meno rovente è il tavolo sulla legge elettorale. Qui il Pd ha proposto un doppio turno nazionale, con possibilità di allearsi anche tra primo e secondo turno, mentre M5s, Leu e Iv si sono attestati sul proporzionale. Il dialogo ed il confronto va avanti.