giuntoli sarri

ESCLUSIVA NOTIX – Napoli, cercasi portiere: contatti già avviati con una vecchia conoscenza di Giuntoli

in Breaking news/News/Primo Piano/Sport by

AAA cercasi portiere in casa Napoli. Con Pepe Reina ormai promesso sposo del Milan, gli azzurri voglion cautelarsi avviando già i primi contatti per cercare il degno erede dello spagnolo. Con la qualificazione alla prossima Champions ormai certa, il club partenopeo infatti non può assolutamente sbagliare la scelta del suo prossimo estremo difensore, ancor più considerando anche il futuro incerto di Sepe e Rafael. I nomi in pole sono quelli di Rui Patricio, portoghese, 30 anni dello Sporting Lisbona. Il costo del cartellino è di circa 20 milioni di euro, con il Napoli disposto  sborsarne 16 più bonus con un ingaggio pari a  quello attuale, di 2 milioni di euro. Un profilo da attenzionare e molto interessante per tecnica ed esperienza internazionale. Ma non solo: sul taccuino all’ombra del Vesuvio anche Leno, 26 anni del Bayern Leverkusen e con una clausola rescissoria di 20 milioni. Per il made in Italy resta in lizza il solito Perin, classe 1992 del Genoa ma con novello di esperienza in competizioni internazionali.

Secondo quanto raccolto dalla nostra redazione però, con Rui Patricio in pole c’è anche un altro colpo a sorpresa: con Sepe che andrà sicuramente via alla ricerca di maggior minutaggio, il Napoli vuole cautelarsi con un secondo portiere di livello. Ecco che il telefono di Giuntoli è diventato di fuoco in queste ore, avviando i contatti con Marco Sportiello, portiere della Fiorentina in prestito con diritto di riscatto fino a giugno 2018 dall’Atalanta. Classe 1992, ha militato proprio nel Carpi del ds partenopeo, fiore all’occhiello del parco portieri italiano ma soprattutto, è l’estremo difensore che piace a Sarri: completamente a suo agio sia tra i pali che fuori dall’area, preciso con i piedi quasi come un libero. Un “giovane Reina”, insomma. Contatti già avviati ed una piazza che il giocatore gradirebbe particolarmente. La strategia quindi, potrebbe essere la sinergia Rui Patricio-Sportiello. Ai posteri poi, l’ardua sentenza. 

RIPRODUZIONE RISERVATA