comunelusciano

Emini&nipoti, da 20 anni fanno speculazioni edilizie. E nessuno parla? Come mai tutto insabbiato?

in Campania/News by

Sono 20 anni che Emini specula. E nel momento in cui stava accadendo qualcosa di serio, Emini “mischia” le carte e racconta frottole agli organi competenti. Fa fallire la Emini costruzioni e mette in gioco società ad hoc intestate ai nipoti che portano avanti la mega speculazione edilizia.
E avanti tutta a costruire palazzi, palazzine, locali commerciali, sottotetti e chi più ne ha più ne metta.
Terreni con vincoli che diventano edificabili. 20 anni e la legge scende solo sull’appalto della rete idrica. 20 anni e tutto va avanti.
È partito tutto nel 2000 ed oggi nel 2020 sono esattamente 20 anni che speculano!
Parliamo di centinaia e centinaia di appartamenti e locali commerciali.
E tutti gli incartamenti e i documenti a monte? Se la procura li fa esaminare senza far conoscere il nome di chi relazionerà, basterà un semplice ingegnere e il vaso di Pandora si scoperchia. Perché non accade? Chi copre tutta questa vergogna? Chi c’è dietro a tutto questo?
Due sono le cose: o la corruzione è così in alto e le protezioni sono così potenti che tutto è insabbiato, oppure il tessuto territoriale è così coinvolto e ci sono tutti dentro che si coprono l’uno con l’altro.
Per adesso tutto tace e l’attenzione si pone su altro per spostare l’attenzione dalla realtà.
Il potente speculatore di Lusciano ormai si muove come lo zio. Ogni tanto fa accadere qualcosa e il gioco è fatto!
Tutti “presi per culo”: qualche incarico di qua, altro di la, 10 mila euro sottobanco ad appartamento per chi lo vende!
Non c’è bisogno di aggiungere altro, sul territorio domitiano ci sono estensioni di sabbia e Lusciano è il paese dell’insabbiamento per antonomasia.