massimo-russo

Cronaca e sport, talvolta, vanno a braccetto: Massimo Russo, ex calciatore del Napoli nella stagione 2002/2003, è stato arrestato

in News/Primo Piano by

Il pomeriggio del 26 marzo è stato accusato insieme allo zio, di aver accoltellato i fratelli Gennaro e Carmine Saltalamacchia. I due, stando alla ricostruzione, effettuata anche sulla scorta di alcune testimonianze raccolte nell’immediato, avrebbero ferito le vittime con colpi al torace durante un litigio, a quanto risulta scoppiato per motivi passionali. I due fratelli erano stati trasporti al San Giovanni Bosco e al Loreto Mare e operati d’urgenza; ricoverati in prognosi riservata, non sarebbero in pericolo di vita. Massimo Russo ha un passato come calciatore professionista. Promettente terzino, nella stagione 2002-2003 aveva giocato col Napoli ma era stato vittima di un grave infortunio. Successivamente era tornato sui campi da gioco con le maglie di Como, Avellino, Torres, Crotone, Paganese e Benevento e, nel 2015, era approdato al Procida. Risale a questo periodo la lite con un controllore su un autobus di linea, quando insieme ad alcuni compagni di squadra non aveva obliterato il biglietto: l’uomo, colpito al volto, era finito in ospedale.