De Luca Marino

Coronavirus, in Campania scuole e università chiuse. A Caserta il sindaco Marino partecipa ad un vertice in Prefettura per fare il punto, dopo il caso della 24enne positiva al test

in Breaking news by

Scuole e Università chiuse in Campania. E’ quanto prevede un’ordinanza del presidente della Regione, Vincenzo De Luca, che dispone la sospensione delle attività didattiche nelle scuole di ogni ordine e grado e nelle università fino a sabato, per consentire interventi di disinfestazione straordinaria in relazione all’emergenza coronavirus. L’ordinanza del governatore campano in materia di ulteriori misure di prevenzione dell’emergenza coronavirus prende atto sia della deliberazione del Consiglio dei ministri del 31 gennaio scorso con la quale è stato dichiarato lo stato di emergenza su tutto il territorio nazionale sia del decreto legge del 23 febbraio, approvato nella serata di ieri alla Camera, in materia di gestione e contenimento dell’epidemia. Il provvedimento “ordina la sospensione dei servizi educativi dell’infanzia e delle scuole di ogni ordine e grado e della frequenza delle attività scolastiche di formazione superiore e universitarie, fatto salve quelle svolte a distanza”. A Caserta, intanto, il primo cittadino Carlo Marino, alla luce del caso della 24enne risultata positiva al test del coronavirus, lancia un appello di serenità ai concittadini: “Abbiamo avviato un percorso di coordinamento con l’Asl – dichiara Marino – e, in giornata, parteciperò ad vertice per individuare, con i canali della Prefettura, una strategia comune. Comunicheremo, comunque, tutti gli aggiornamenti tramite i nostri canali”. Marino, che nella sua veste di presidente di Anci Campania ha partecipato ieri anche ad un vertice in Regione con il presidente De Luca, invita i casertani a stare sereni: “La ragazza di 24 anni è al Cotugno, ricoverata, ed è controllata insieme ai familiari”.