Coronavirus, il commissario Borrelli: “Non segnalati casi sospetti, gli studenti in Cina non perderanno anno”

in Breaking news by

I controlli sono partiti in tutti gli aeroporti e nei porti sono stati estesi anche alle navi provenienti da Paesi europei. Ad oggi non sono stati segnalati casi sospetti”. Lo ha detto il commissario all’emergenza Coronavirus, Angelo Borrelli, dopo la riunione del Comitato operativo. “Ho firmato un’ordinanza di Protezione civile per scongiurare la perdita dell’anno scolastico a 114 ragazzi occupati in scambi culturali con la Cina, tra cui il ragazzo rimasto lì perchè aveva la febbre”, ha detto il commissario. “Sono stati avviati controlli in tutti gli aeroporti con gli strumenti a disposizione. A Fiumicino già da ieri sono attivi i termoscanner e sono già oltre 24mila le persone controllate. Sono poi 628 i volontari impegnati nei piani di sorveglianza agli aeroporti”, ha detto Borrelli. Per il ragazzo italiano che non è tornato in Italia dalla Cina, dal momento che aveva la febbre, “ci sono concrete ipotesi di rientro”, ha concluso il commissario.