DAILY MAGAZINE

Category archive

Sport

Tutte le notizie di sport

Donnarumma chiarisce e si scusa con i napoletani: “Era solo un gioco con mio zio”

in Breaking news/News/Sport by
Donnarumma_-2-2

Nell’occhio del ciclone non solo il Napoli per aver permesso alla Juventus si allungare ancora in classifica ma anche il portiere del Milan Gigio Donnarumma, non solo per la super parata all’ultimo respiro che ha negato a Milik la gioia del gol vittoria ma in particolar modo per un video che ha girato sui social nel post partita. L’estremo difensore rossonero, riferendosi allo zio, in dialetto partenopeo ha esultato per la sconfitta del Napoli in maniera molto colorita e per molti, offensiva. Di pochi minuti fa, le scuse sugli account social ufficiali del giovane talento del calcio italiano. “Sono dispiaciuto che il video sia stato frainteso – dichiara -. Era strettamente personale, non so come sia girato, è uno sfottò che faccio sempre con mio zio, lavoro con il Milan e simpatizzo per il Napoli”. Basterà a convincere i tifosi azzurri? Ah saperlo…

Juve-Napoli, l’Osservatorio rimanda la decisione sulla trasferta al CASMS

in Breaking news/News/Sport by
tifosi-napoli-allo-juventus-stadium

Sembra proprio che all’Allianz Stadium il 22 aprile non ci saranno supporter del Napoli nel settore ospiti. Brutte notizie infatti in arrivo per i tifosi del Napoli: si va infatti verso la decisione che tutti temevano per il big match contro la Juve, con il divieto di trasferta. L’Osservatorio nelle prossime ore prenderà la sua decisione spegnendo con probabilità gli entusiasmi di quanti, fino a poche ore fa, ancora credevano nella possibilità di una trasferta a Torino. “L’incontro di calcio “Juventus – Napoli”, connotato da alti profili di rischio, è rinviato alle valutazioni del Comitato di Analisi per la Sicurezza delle Manifestazioni Sportive, ai fini dell’individuazione di misure di rigore” – questo quanto si legge sul comunicato dell’Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive. Il giudizio quindi è rinviato al CASMS”. Sono intanto quasi terminati i tagliandi disponibili per i tifosi azzurri: 5.600 posti per il settore ospiti bruciati. Intanto prevista una folta rappresentanza di tifosi partenopei anche negli altri settori, tra i supporter del Milan.

Avellino, lo speaker ironizza sul recupero del match dei lupi ed arriva la multa alla società

in Breaking news/Campania/Campania News/News/Primo Piano/Sport by
serie_b_avellino-perugia_2-0_castaldo_rilancia_i_lupi_al_partenio

Incredibile ciò che è successo a margine del posticipo di serie B tra Avellino e Perugia, gara vinta dai padroni di casa per 2-0. Mille euro di multa per l’insolita protesta dello speaker dello stadio Partenio nel finale della partita, comminata dal giudice sportivo di Serie B, Emilio Battaglia, all’Avellino. Come si legge nel comunicato, il club irpino è stato sanzionato “a titolo di responsabilità oggettiva, per avere lo speaker dello stadio, durante la comunicazione al pubblico, ironizzato sul recupero concesso nel secondo tempo dal direttore di gara”. Sul risultato di 2-0 infatti, l’arbitro Piccinini ha indicato l’assegnazione di sette minuti di recupero al quarto uomo. Una decisione non andata giù allo speaker dello stadio Partenio che ha ironicamente annunciato: “Ci saranno 12 minuti di recupero”.

Stasera alle 21.30 su Teleprima la nuova puntata di “Passione Volalto”: si presenterà la Volalto 2.0

in Breaking news/News/Primo Piano/Sport by
volalto 2.0

Appuntamento questa sera alle 21.30 su Teleprima, canale 91 del digitale terrestre ed in streaming su www.teleprima.it con la nuova puntata di Passione Volalto nella quale saranno svelati tutti i retroscena ed i dettagli della Volalto 2.0! In studio il giornalista di Casertace Gianluigi Guarino, Maurizio Lombardi di Cronache di Caserta, Francesco Marino di Casertafocus e Carlo Giannoni de Il Mattino. Conduce: Antonio Luisè. Replica su Teleprima e www.teleprima.it domani alle 9 ed alle 15, non mancate!!!

I napoletani non hanno dubbi: è l’ora di Milik, anche senza cambio modulo

in Breaking news/News/Sport by
milikgol

A lavoro il Napoli a Castel Volturno per focalizzarsi al meglio sul big match di domenica pomeriggio contro il Milan. Tutti arruolabili per gli azzurri, concentrati per risolvere quanto prima il problema gol siglati, con maggior cinismo e precisione sotto porta e con delle scelte che possano far rifiatare chi è stanco ed ha le pile scariche. Sì, perchè è indubbio che il Napoli abbia le pile scariche proprio nei reparti nevralgici del campo: difesa (ma più cali di attenzione ndr), centrocampo ad intermittenza e soprattutto attacco, con Mertens appannato, Callejon in debito (giustamente…) di ossigeno ed un Insigne troppo nervoso. Serve chi la butti dentro con più facilità, chi capitalizzi le occasioni create, anche se dovessero essere poche e l’uomo della provvidenza al momento ha il volto di Arek Milik. I tifosi e gli addetti ai lavori lo invocano in campo dal primo minuto, nonostante l’incognita minutaggio. Ciò non toglie però, che a partita sul binario giusto, possa tranquillamente lasciar spazio ad un compagno più fresco. Il cambio di modulo dipende tutto dalla freschezza di Mertens, che forse avrebbe bisogno di un turno di riposo. Insomma, Sarri vaglia tutte le ipotesi ma la punta di diamante azzurra al momento è proprio mister Arek.

RIPRODUZIONE RISERVATA

ESCLUSIVA NOTIX – Napoli, cercasi portiere: contatti già avviati con una vecchia conoscenza di Giuntoli

in Breaking news/News/Primo Piano/Sport by
giuntoli sarri

AAA cercasi portiere in casa Napoli. Con Pepe Reina ormai promesso sposo del Milan, gli azzurri voglion cautelarsi avviando già i primi contatti per cercare il degno erede dello spagnolo. Con la qualificazione alla prossima Champions ormai certa, il club partenopeo infatti non può assolutamente sbagliare la scelta del suo prossimo estremo difensore, ancor più considerando anche il futuro incerto di Sepe e Rafael. I nomi in pole sono quelli di Rui Patricio, portoghese, 30 anni dello Sporting Lisbona. Il costo del cartellino è di circa 20 milioni di euro, con il Napoli disposto  sborsarne 16 più bonus con un ingaggio pari a  quello attuale, di 2 milioni di euro. Un profilo da attenzionare e molto interessante per tecnica ed esperienza internazionale. Ma non solo: sul taccuino all’ombra del Vesuvio anche Leno, 26 anni del Bayern Leverkusen e con una clausola rescissoria di 20 milioni. Per il made in Italy resta in lizza il solito Perin, classe 1992 del Genoa ma con novello di esperienza in competizioni internazionali.

Secondo quanto raccolto dalla nostra redazione però, con Rui Patricio in pole c’è anche un altro colpo a sorpresa: con Sepe che andrà sicuramente via alla ricerca di maggior minutaggio, il Napoli vuole cautelarsi con un secondo portiere di livello. Ecco che il telefono di Giuntoli è diventato di fuoco in queste ore, avviando i contatti con Marco Sportiello, portiere della Fiorentina in prestito con diritto di riscatto fino a giugno 2018 dall’Atalanta. Classe 1992, ha militato proprio nel Carpi del ds partenopeo, fiore all’occhiello del parco portieri italiano ma soprattutto, è l’estremo difensore che piace a Sarri: completamente a suo agio sia tra i pali che fuori dall’area, preciso con i piedi quasi come un libero. Un “giovane Reina”, insomma. Contatti già avviati ed una piazza che il giocatore gradirebbe particolarmente. La strategia quindi, potrebbe essere la sinergia Rui Patricio-Sportiello. Ai posteri poi, l’ardua sentenza. 

RIPRODUZIONE RISERVATA

Napoli: Albiol e Jorginho out contro il Chievo, Sarri parla alla squadra e sprona Milik

in News/Sport by
milik sassuolo

Archiviate le festività pasquali, il Napoli è pronto a rimettersi al lavoro. Brucia ancora come sale su una ferita il pari di sabato pomeriggio contro il Sassuolo, con la classifica che vede ora la Juve a quattro lunghezze di vantaggio dagli azzurri. Una gara sicuramente sfortunata, con i padroni di casa andati in vantaggio in avvio con il discusso Politano, ad un passo dalla maglia azzurra a gennaio e tantissime occasioni create e non concretizzate, fino al pari di Callejon a 10 minuti dalla fine del match. Niente è però perso: l’obiettivo scudetto è ancora lì, con lo scontro diretto da giocare il 22 aprile ma la situazione è tornata a complicarsi. Sarri non vuole vestirsi da vittima sacrificale nonostante le dichiarazioni che pongono come obiettivo stagionale il record di punti ed è questo che ha trasmesso allo spogliatoio alla ripresa degli allenamenti. Adesso però regna la consapevolezza che anche vincere tutte le restanti gare potrebbe non bastare per riaggrappare la vetta e quindi si procede step dopo step, pensando già da oggi al match contro il Chievo di domenica pomeriggio al San Paolo. Previsto il pienone a Fuorigrotta, con i prezzi più che popolari. Non saranno del match Jorginho ed Albiol, appiedati un turno dal giudice sportivo. Prontissimo invece Arek Milik, carta a sorpresa di Sarri e tra i migliori di Reggio Emilia: chissà che non possa trascinare proprio lui gli azzurri in questo particolare finale di stagione.

De Laurentiis non le manda a dire: “Sarri? Non sempre si è ugualmente motivati e poi c’è la clausola…”

in Breaking news/News/Sport by
sarri_dela

Incontro sì, incontro no. Tiene ancora banco la questione futuro in casa Napoli, con Sarri che rimanda tutto in estate e De Laurentiis che non perde occasione per stuzzicare il suo tecnico. Tra clausola rescissoria e motivazioni, il patron all’ombra del Vesuvio cerca di mettere le cose in chiaro con qualche provocazione, come nel suo stile. Il tutto, a margine dell’assemblea dei club europei in corso a Roma. “Perché è stato rinviato l’incontro con Sarri? Questi sono fatti nostri, privati – dichiara De Laurentiis -. Noi convergiamo su tutto, molto spesso convergere però non vuol dire trovare i giusti modi. Bisogna riuscire a capire se i compagni di viaggio amano il rischio quanto lo amo io. Mi auguro che lo si possa fare ancora insieme. Il signor Sarri ha un contratto che lo lega a noi per ancora lungo tempo, poi c’è una clausola rescissoria e se qualcuno dovesse affrontare questo problema legalmente è ineccepibile e noi dovremmo farci da parte. Ma in 14 anni credo di aver fatto fare al Napoli grandi passi, siamo diventati il sedicesimo club europeo, quindi tutti devono avere fiducia in questo Napoli, tutti devono aver fiducia in me perché sono io che creo le condizioni giuste per andare avanti in un contesto pieno di problemi”.

Ad Allegri la panchina d’oro, poi la stoccata divertita a Sarri: “In bocca a lupo a tutti tranne che a lui”

in Breaking news/News/Primo Piano/Sport by
sarriallegri

La panchina d’oro 2016-2017 va a Massimiliano Allegri. Un plebiscito tra i colleghi allenatori, con ben 19 voti a favore: al secondo posto Giampiero Ventura, solo al terzo Maurizio Sarri. E’ proprio rivolta al tecnico del Napoli un battuta, con tanto di sorriso, che infuoca il rush finale e la lotta al vertice del campionato. “Sarà una sfida tra Juve e Napoli fino alla fine – dichiara Allegri -. Abbiamo tre scontri diretti, con il Napoli in casa e con Roma e Inter fuori, bisogna affrontare con calma il finale di stagione che sarà bellissimo da vivere. Faccio un in bocca al lupo a tutti noi allenatori, a Sarri un po’ di meno (ride ndr)”.

Go to Top