DAILY MAGAZINE

Category archive

Primo Piano

Restyling del San Paolo, stretta finale: arriva l’accordo per i maxischermi

in News/Primo Piano/Sport by
stadio-san-paolo

Si muove qualcosa e di maggiormente concreto tra il  Comune di Napoli e la SSC Napoli. Nel mirino, il restyling dello stadio San Paolo, superando, in maniera matura, le tensioni degli scorsi mesi, sempre più palpabili, con tramiti il primo cittadino partenopeo De Magistris ed il presidente De Laurentiis. Come riporta però il Corriere dello Sport ci sarebbe stato finalmente un riavvicinamento tra le parti. Il tramite sarebbe Attilio Auricchio, il braccio destro di Luigi De Magistris. In cantiere ci sarebbe la riduzione della capienza dell’impianto di Fuorigrotta a circa 58 mila posti a sedere ed i tanto agognati maxischermi, fortemente voluti da De Laurentiis. I lavori saranno scadenzati secondo le esigenze che la stagione agonistica degli azzurri permette.

Alberto Angela diventa cittadino onorario di Pompei, approvata all’unanimità la proposta di conferimento

in Campania/News/Primo Piano by
alberto-Angela-pompei

Il noto paleontologo, divulgatore scientifico, scrittore e giornalista italiano Alberto Angela,  diventerà cittadino onorario di Pompei: è stata infatti approvata all’unanimità la proposta di conferimento presentata dal sindaco Pietro Amitrano. “L’attività di giornalista e scrittore, nonché scienziato di chiara fama – recita la delibera approvata oggi – ha portato il dottor Alberto Angela a sviluppare una conoscenza e una competenza verso il monumento archeologico di Pompei che ne hanno fatto uno dei divulgatori scientifici del sito più apprezzati a livello nazionale ed internazionale; Le sue trasmissioni televisive, realizzate con estremo rigore scientifico ma al tempo stesso ricche di pathos e partecipazione, hanno fatto sì che la Pompei antica, già famosa in tutto il mondo, venisse mostrata nel suo vivere quotidiano, scandagliata nei più profondi recessi delle storie piccole e grandi dei suoi abitanti, riportando così alla luce una città reale e palpitante di vita che ha emozionato milioni di persone”.

Rapine e sparatorie: arrestati i quattro della banda dell’Alfa Grigia

in News/Primo Piano by
polizia

Quattro albanesi di età compresa tra i 22 e i 34 anni sono stati arrestati dalla polizia a Caivano dopo aver commesso un furto in un’abitazione. Nel corso dell’operazione, realizzata dalla Squadra Mobile di Caserta e caratterizzata da un inseguimento mozzafiato, uno dei banditi è rimasto ferito a un piede da un colpo di pistola esploso da un agente; contusioni anche per un poliziotto, preso alla gamba dall’auto dei malviventi che cercavano in tutti i modi di fuggire.

In auto sono stati trovati un televisore e diversi oggetti in oro e argento, risultati rubati poco prima in una abitazione sita in Santa Maria Capua Vetere, i cui proprietari erano in vacanza. Gli altri due banditi sono stati scovato in un’abitazione del centro storico di Caivano, dove è stato rinvenuta e sequestrata altra refurtiva.

Napoli, scandalo “portoghesi” in Cumana: la furia di Renzi

in News/Primo Piano by
cumana portoghesi

“Gira questo video in rete. Campania, Italia, agosto 2018. Un gruppo di cittadini e turisti deve superare i tornelli per accedere al treno. Basta comprare il biglietto, obliterarlo e le porte si aprono. E invece no: tutti fermi, in attesa, senza acquistare il ticket. Finché uno – ignaro di tutto il resto – paga e oblitera il suo biglietto. E apre i tornelli. Scatta la ressa: tutti si precipitano per evitare di pagare. E la scena diventa virale”. Così su Fb Matteo Renzi commenta il video sullo scandalo ‘portoghesi’ in Cumana, che sta facendo il giro del web. “Abbiamo detto tante volte che l’Italia meritava una nuova stagione dei diritti. Ma dobbiamo dire che abbiamo bisogno anche di una nuova stagione dei doveri”, sottolinea l’ex premier, che aggiunge: “Entrare senza pagare non è un atto da furbi, non è una cosa sulla quale sorridere: è un furto alla comunità. Educare ai doveri, non solo ai diritti, deve tornare una priorità. Su questo video non c’è niente da ridere: al massimo c’è solo da vergognarsi. Ed è giusto dirlo forte e chiaro, senza minimizzare”.

Charlie Hebdo, oltre il danno la beffa: “Ponte Costruito dagli italiani… pulito dagli extracomunitari”

in News/Primo Piano by
Charlie-Hebdo

Oltre al dolore ancora polemiche. Ma questa volta le polemiche superano il confine. La rivista satirica francese Charlie Hebdo, nota per l’assalto terroristico subito tre anni e mezzo fa, torna ad occuparsi delle tragedie italiane, ed è nuovamente polemica. Infatti, Charlie, dopo la vignetta sul terremoto nel centro Italia dell’agosto del 2016, questa volta dedica la sua copertina al crollo del Ponte Morandi a Genova. Sulla copertina, con un titolo che farà discutere: «Costruito dagli italiani, pulito dai migranti». Una scelta discutibile, sicuramente, che alimenta ancora l’infinita polemica tra la libertà della satira e la legittima sensiblità di alcuni cittadini italiani di sentirsi offesi da una scelta del genere. Charlie Hebdo e la copertina sul crollo del ponte di Genova, sono destinate a diventare protagoniste della polemica politica italiana.

Ancora un maxi incendio di rifiuti. Questa volta “tocca” allo Stir di Casalduni

in News/Primo Piano by
vigili fuoco

Un altro maxi incendio di rifiuti. Questa volta le fiamme sono divampate all’interno del capannone dello Stir di Casalduni, in provincia di Benevento. Al momento dell’incendio gli operai non erano in servizio.L’allarme è stato lanciato alle 5.40 dagli operatori che dovevano iniziare il turno. Numerose anche le telefonate arrivate alla sala operativa del 115. Sul posto diverse squadre dei vigili del fuoco ancora al lavoro.

La feltrinelli “l’ha fatta grossa”. L’ira del Sindaco Marino e del Presidente della Provincia

in News/Primo Piano by
caserta

Il sindaco di Caserta Carlo Marino e il presidente della provincia Giorgio Magliocca hanno dato mandato ai legali per difendere la città capoluogo e il territorio provinciale dai contenuti della guida turistica «Italia del sud e Isole» edita da Feltrinelli. A pagina 83 è infatti scritto testualmente: “…attratti dalla costa, sono pochi i visitatori che si dirigono nell’entroterra. In realtà il territorio subito a nord di Napoli è irrimediabilmente poco attraente, trattadosi per lo più di una distesa di sobborghi poco entusiasmanti. Quasi del tutto dominato dalla camorra e a volte chiamato triangolo della morte, non è un’area in cui soffermarsi; anzi la cosa migliore da fare è attraversarlo senza fermarsi e raggiungere Caserta, appena a Nord del suddetto territorio, ove un’ovvia attrazione è la grande Reggia con il suo parco…”

E ancora, a proposito della città di Caserta, “…Caserta incongruamente circondata da una serie di complessi industriali e magazzini che si estendono fino a Napoli, è nota come la Versailles di Napoli per la sua vasta Reggia settecentesca, l’unica attrazione di questa città moderna per il resto anonima…” E ancora, “… la Reggia è una struttura piuttosto monotona nella quale la dimensione supplisce all’ispirazione artistica…”.

In una lunga lettera di protesta inviata al presidente della casa editrice Feltrinelli, il sindaco di Caserta afferma: «Dispiace che un gruppo editoriale, uno dei più importanti nel panorama italiano ed europeo, adoperi simili toni, degni di una propaganda antimeridionale, in genere usata da chi nei nostri territori non ci è nemmeno mai venuto. Invito lei, i suoi dipendenti e i suoi collaboratori a compiere una visita (reale, stavolta) del nostro territorio. Sono convinto che alla fine converrà con me che la recensione contenuta nella vostra Guida sia del tutto fuorviante, oltre che sgradevole e fortemente offensiva nei confronti di un territorio meraviglioso quale è il nostro».

Vittime campane anche nella tragedia del Pollino. Strage evitabile?

in News/Primo Piano by
pollino

Come già accaduto per la sciagura del crollo del Ponte Morandi a Genova – costato la vita a quattro ragazzi di Torre del Greco, una ragazza di Somma Vesuviana e un uomo di Casalnuovo – anche questa tragedia diventa campana, con tre vittime originarie della Campania morte nell’esondazione del Riganello a Reggio Calabria. Dolore a Torre del Greco che piange Immacolata Marazzo, 40 anni, avvocato, moglie di Giovanni Sarnataro, e madre di due bambini di 12 e 10 anni. Lacrime anche a Qualiano, città di cui erano originari Carmen Tammaro e Antonio Santopaolo, marito e moglie, entrambi deceduti nel dramma della piena al Parco del Pollino: lasciano due bimbe di 10 e 12 anni.

Di Maio a Ischia: “basta promesse, ora serve solo buonsenso”

in News/Primo Piano by
LUIGI-DI-MAIO

Il vicepresidente del Consiglio dei ministri, Luigi Di Maio, si è recato ieri a Casamicciola per prendere parte ai lavori del Consiglio comunale convocato in occasione dell’anniversario del terremoto del 2017.

“I cittadini di Ischia sono stati trattati come terremotati di serie C”, le sue prime parole nell’aula del Comune. “Lavoreremo con il buonsenso e se serve faremo anche un decreto per Ischia per accelerare tutte le procedure che attiverà il prefetto alla ricostruzione Schilardi. Lo dico da ministro e da vicepresidente del Consiglio perchè i terremotati del Sud hanno gli stessi diritti di altri”, ha aggiunto Di Maio affermando di non essere venuto “a fare promesse sui tempi ma gli ischitani avranno un governo amico”.

Auto contro processione. Sfiorata la strage: le persone danno i numeri

in News/Primo Piano by
lotto

Ubriaco alla guida piomba con la sua auto fin quasi sulla processione, frenando giusto in tempo: a causa del forte spavento, il parroco, padre Ciro Avella, sviene e due donne finiscono in ospedale. È successo a Galdo di Carifi domenica sera, durante la processione in onore di San Rocco. Molti gridano al miracolo. E, da ieri mattina, è corsa nelle ricevitorie, dove molti cittadini stanno giocando i numeri al Lotto. 6 (la processione), 14 (l’ubriaco), 28 (il prete), 26 (Sant’Anna) e 90 (la paura) i numeri più giocati.

1 2 3 47
Go to Top