DAILY MAGAZINE

Category archive

Breaking news - page 44

Pordenone, allenatore di una squadra di esordienti dice “terrone” a arbitro: Daspo per un anno

in Breaking news by
calcio

L’allenatore di una squadra di calcio della categoria esordienti – ragazzini di 11 anni – ha dato del “terrone” all’arbitro e il questore di Pordenone ha emesso nei suoi confronti un Daspo di 1 anno.

Dopo il provvedimento esemplare del questore, il mister non avrà accesso ad alcuna manifestazione sportiva e dovrà immediatamente lasciare la guida tecnica della sua formazione.

‘Ndrangheta, sequestro di beni da 200 mln di euro: nei guai 4 imprenditori

in Breaking news by
Un fermo immagine tratto da un video della guardia di finanza mostra l'operazione che ha portato al sequestro di 2 milioni di euro a 6 tra avvocati e professionisti nell'ambito dell'inchiesta "Mala gestio" sul fallimento - decretato nel 2014 - della Multiservizi, la partecipata del Comune di Reggio Calabria incaricata della manutenzione di beni pubblici, 9 ottobre 2019.
ANSA/GUARDIA DI FINANZA EDITORIAL USE ONLY NO SALES

Escattata alle prime luci dell’alba a Reggio Calabria un’operazione della Guardia di Finanza, dei Carabinieri e della Dia, con il coordinamento della Direzione Distrettuale Antimafia, diretta dal Procuratore della Repubblica, Giovanni Bombardieri, per l’esecuzione di un provvedimento di sequestro di beni mobili ed immobili per un valore di duecento milioni di euro riconducibili a quattro imprenditori reggini.

Gli imprenditori destinatari del provvedimento di sequestro sono indiziati di appartenenza o contiguità alle più importanti cosche di ‘ndrangheta di Reggio Calabria.

Corruzione, a giudizio l’ex presidente della Regione Sicilia Rosario Crocetta

in Breaking news by
crocetta

Due bonifici, per complessivi 10mila euro. Soldi destinati a quel “Riparte Sicilia” nato per le regionali del 2017 e mai diventato una realtà politica. Rosario Crocetta, ex governatore siciliano, dovrà spiegare ai giudici perché ebbe quella somma. Dovrà difendersi in tribunale dall’accusa di corruzione insieme al suo ex segretario, Massimo Finocchiaro, e a Ettore Morace, di origini napoletane.

I soldi, secondo gli inquirenti, sarebbero stati il prezzo del favore che Crocetta avrebbe reso alla sua compagnia marittima, la Ustica Lines, incrementando le corse per le isole minori. Il processo all’ex presidente della Regione si aprirà a febbraio a Palermo.

Maniero resta in carcere, per il Riesame l’ex boss del Brenta “è a rischio recidiva”

in Breaking news by
Maniero

Felice Maniero resta in cella. Il tribunale del Riesame di Brescia ha rigettato infatti la richiesta di annullamento dell’ordinanza che, ad ottobre scorso, aveva portato in carcere l’ex boss del Brenta, accusato di maltrattamenti in famiglia sulla compagna e che da maggio aveva ottenuto il trasferimento in una comunità protetta. Per il Riesame, Maniero “è ancora a rischio recidiva”.

I legali, intanto, hanno fatto sapere che il loro assistitito “non si aspettava nulla di diverso in questa fase. Pur rispettando la decisione – hanno aggiunto – non la condividiamo e ci riserviamo successive iniziative”.

Venezia, il peggio è passato: adesso si procede con la conta dei danni

in Breaking news by
Venezia mare alto

A Venezia il peggio, per fortuna, è alle spalle. Adesso è il momento della conta dei danni. Le previsioni del Centro maree indicano per le 13.20 di oggi una massima di 105 cm mentre nella notte, alle 2.45, la marea massima è stata di 78 centimetri. Una massima ben lontana dai 187 centimetri del 13 novembre e dei 150 cm di ieri.

I valori – fanno altresì sapere dal Centro maree – nei prossimi giorni saranno contenuti e superano di poco i 100 centimetri”. I più ‘rilevanti’ indicano 100 centimetri per le 6.10 e le 14.55 di domani e 105 centimetri alle 6.05 di dopodomani.

Napoli, nigeriano fermato all’aeroporto di Capodichino: aveva nell’addome 112 ovuli con cocaina ed eroina

in Breaking news by
In addome 112 ovuli con coca ed eroina, fermato a Napoli

Un cittadino nigeriano è stato fermato all’aeroporto di Capodichino, Napoli: aveva nell’addome 112 ovuli con cocaina ed eroina. Sono stati i militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Napoli ed i funzionari dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli dell’Aeroporto di Capodichino ad arrestare, con l’accusa di traffico internazionale, il nigeriano che stava per introdurre con la tecnica dei boy packers 1,244 kg di sostanza stupefacente. Il 24 enne, giunto a Napoli con un volo proveniente da Parigi, stava per lasciare l’aeroporto, quando i militari della Compagnia della Guardia di Finanza di Capodichino, in collaborazione con i funzionari doganali, lo hanno fermato e sottoposto a controllo prima che lo stesso abbandonasse la sala arrivi. I finanzieri, non convinti delle spiegazioni ricevute ed insospettiti da alcuni segnali di nervosismo, hanno accompagnato il viaggiatore all’ospedale dove un esame radiografico ha evidenziato la presenza nell’addome di 112 ovuli tra cocaina ed eroina.

Toscana, la giunta regionale dichiara lo stato di emergenza per il maltempo

in Breaking news by
Firenze_Arno

La Giunta Regionale della Toscana, su proposta del presidente Enrico Rossi, ha dichiarato lo stato di emergenza in Toscana per il maltempo. La Giunta regionale si è riunita questa mattina. La dichiarazione dello stato di emergenza, spiega una nota, consentirà anche di chiedere al Governo un’analoga dichiarazione di emergenza nazionale, consentendo così di attivare finanziamenti e di velocizzare le procedure a favore sia dei soggetti pubblici che privati.

Ricoverato all’Ospedale Maggiore di Bologna il 12enne, genovese, punto da un trigone in Costa Rica

in Breaking news by
Atterrato a Bologna giovante punto da Trigone in Costa Rica

E’ arrivato nella notte all’Ospedale Maggiore di Bologna il dodicenne, genevose, rimasto paralizzato in Costa Rica a seguito della puntura di un trigone. A riportarlo in Italia un volo umanitario, organizzato con un Falcon900 dell’Aeronautica Militare, atterrato nel cuore della notte all’aeroporto Marconi, dopo un viaggio durato 13 ore. A bordo anche i genitori, il fratello maggiore e una dottoressa rianimatrice dell’Ospedale Maggiore di Bologna, mentre ad attendere in pista c’erano la nonna, con gli zii ed altri familiari, arrivati da Genova.

Il ragazzo è stato trasportato in ambulanza all’ospedale Maggiore e ricoverato nel reparto di Chirurgia vertebrale d’urgenza dove verrà seguito dal Dottor Federico De Iure che, sin dai primi giorni, si era detto disponibile a seguire il complicato caso.

Vertenza ArcelorMittal, la triade Cgil-Cisl-Uil a colloquio con Mattarella: presidio delle aziende dell’indotto davanti all’ex Ilva

in Breaking news by
Operai fuori dalla fabbrica A.Mittal Ilva a Taranto, 15  novembre 2019.
ANSA/DONATO FASANO

I leader di Cgil, Cisl e Uil saranno ricevuti al Quirinale questa sera, alle 19.30, dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, per discutere della questione ex Ilva e, in generale, delle crisi industriali.

Se ArcelorMittal non rivede la decisione di lasciare Taranto, “per l’ex Ilva si apre l’amministrazione straordinaria, con un prestito ponte da parte dello Stato, in modo da riportare l’azienda sul mercato entro un paio di anni” annuncia il ministro per gli Affari Regionali, Francesco Boccia, rispondendo a chi gli domandava quale fosse il piano B del governo per l’ex Ilva.

Intanto, le aziende dell’indotto sono in presidio davanti alla portineria C dello stabilimento siderurgico di Taranto, con dipendenti e mezzi, per protestare contro il mancato pagamento delle fatture da parte di ArcelorMittal e per rivendicare la continuità produttiva e occupazionale della fabbrica dopo l’annunciato disimpegno della multinazionale.

Presenti anche il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano e il presidente di Confindustria Taranto Antonio Marinaro. Le imprese dell’indotto hanno maturato crediti per circa 60 milioni di euro.

Traffico reperti archeologici, scattano arresti: inchiesta della Procura di Crotone

in Breaking news by
carabinieritutelapatrimonioculturale

É scattata alle prime luci dell’alba sul territorio nazionale e in alcuni Paesi esteri un’operazione dei carabinieri del Comando Tutela Patrimonio Culturale, diretta dalla Procura della Repubblica di Crotone, che stanno eseguendo 23 misure cautelari contro i presunti componenti di una holding criminale che gestiva un ingente traffico di beni archeologici. I reperti, provento di scavi clandestini in Calabria, venivano esportati illecitamente fuori dall’Italia.

1 42 43 44 45
Go to Top