DAILY MAGAZINE

Category archive

Breaking news - page 31

Coronavirus, presentato l’Ospedale Fiera Milano: realizzato in soli 10 giorni. Bertolaso: “Promessa mantenuta”. Fontana: “Simbolo della battaglia vinta”

in Breaking news by
ospedale milano

Abbiamo fatto una promessa e l’abbiamo mantenuta”. Lo ha scritto il consulente della Regione Lombardia, Guido Bertolaso, in un messaggio letto durante la presentazione dell’ospedale Fiera Milano costruito in 10 giorni per affrontare l’emergenza Coronavirus. Un ospedale “specialistico”, ha scritto, che potrà essere “replicato a livello nazionale e internazionale”. Bertolaso, che nei giorni scorsi è stato ricoverato a seguito di contagio, ha scritto nel messaggio, letto da un suo delegato, che quello a Fiera Milano non è un “un ospedale da campo, non è un lazzaretto”, ma una struttura specialistica che mette al centro “la figura del paziente” grave colpito da Covid 19. “E’ una struttura ospedaliera a tutti gli effetti, non un ospedale da campo, e ospiterà il più grande reparto di terapia intensiva d’Italia”. Lo ha detto Ezio Belleri, direttore generale del Policlinico di Milano che gestirà l’ospedale realizzato in Fiera a Milano. L’ospedale “rappresenta uno strumento fondamentale per combattere la battaglia contro il covid” e “a regime vedrà impiegati 200 medici, 500 infermieri e altre 200 figure professionali”. “Abbiamo fatto in dieci giorni quello che, in maniera ordinaria, si fa in qualche anno”. Lo ha evidenziato, dal canto suo, il presidente della Fondazione Fiera Enrico Pazzali. “L’ospedale realizzato in Fiera sarà il simbolo della battaglia vinta contro il coronavirus ed il simbolo della ripresa della nostra regione” ha sottolineato il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana. “Ma, – ha precisato Fontana – con una condizione: non abbiamo ancora vinto niente per cui non diffondiamo troppo entusiasmo. La gente deve stare a casa perchè solo così potremo vincere”.

Coronavirus, scoperta una casa per anziani dopo un decesso sospetto: trovati 42 ospiti, alcuni anche gravi

in Breaking news by
Carabinieri di Castel di Judica

Nel quartiere Fuorigrotta di Napoli è stata scoperta una struttura di accoglienza, denominata “Casa Famiglia”, nella quale c’erano 42 ospiti, alcuni dei quali in condizioni sospette, con sintomi anche gravi. Lo rende noto l’Unità di Crisi Regionale per la realizzazione di misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologia da Covid-2019. L’allarme è scattato solo quando è stato chiamato il 118 per la morte di uno degli ospiti. Sia la persona deceduta, sia tutti gli ospiti – informa ancora l’Unità di Crisi – sono stati sottoposti a tampone e in attesa dell’esito, tre pazienti sono stati trasferiti in strutture ospedaliere. Un team di medici dell’Asl Napoli 1 è da questo pomeriggio nella struttura per monitorare lo stato di salute di ogni ospite. Sulla vicenda indagano il Nas dei Carabinieri. Intanto proseguono i controlli in collaborazione con le forze dell’ordine in tutte le strutture di accoglienza per anziani come disposto dal presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca.

Coronavirus, contagi in calo: l’incremento dei casi rispetto a ieri è di 1.648 mentre domenica era stato di 3.815. Sale anche il numero dei guariti, 1.590 più di ieri

in Breaking news by
Borrelli

Sono 75.528 le persone positive al coronavirus in Italia, con un incremento rispetto a ieri di 1.648. Domenica l’incremento era stato di 3.815, più del doppio. A fornire i dati la Protezione Civile nella consueta e quotidiana conferenza stampa. Sono 11.591 i morti, con un aumento rispetto a ieri di 812. Domenica l’aumento era stato di 756. Sono, invece, 14.620 le persone guarite in Italia dopo aver contratto il coronavirus, 1.590 in più di ieri. Il numero più alto dall’inizio dell’emergenza. E’ l’incremento più alto dall’inizio dell’emergenza. Il dato è stato reso noto dalla Protezione Civile. Ieri l’aumento dei guariti era stato di 646. “Oggi registriamo 1590 guariti, il dato più alto dall’inizio dell’emergenza coronavirus” in un singolo giorno, che porta il totale dei pazienti che hanno sconfitto l’infezione a 14.620″. Lo ha detto il commissario Angelo Borrelli in conferenza stampa alla Protezione civile.

Coronavirus, morti 63 medici e contagiati 8.358 operatori. Per il vice ministro della Salute, Sileri: “Picco tra 7-10 giorni”

in Breaking news by
picco

Altri due medici si aggiungono alla lista dei decessi tra i camici bianchi per Covid-19: uno di Bergamo, l’altro di Forlì. Il totale dei decessi sale, quindi, a 63. Intanto, secondo gli ultimi dati dell’Istituto Superiore di Sanità relativi a ieri, sono 8.358 gli operatori sanitari contagiati, 595 in più rispetto al giorno precedente. Sono partiti, nel frattempo, in Italia i test pre-clinici di cinque vaccini contro il coronavirus. Sono tutti condotti dall’azienda biotech Takis, i risultati sono attesi a metà maggio e la sperimentazione sull’uomo potrebbe partire in autunno. I vaccini si basano su diverse regioni della proteina Spike, la principale arma con cui il virus aggredisce le cellule respiratorie umane. Per il vice ministro alla Salute Pierpaolo Sileri, “in queste ore, in cui viviamo un’altalena di speranza ed estrema lucidità per restare fedeli ai dati epidemiologici, la curva dei contagi cresce ma si mostra più lineare, regolare. Questo vuol dire che, con i numeri a disposizione e le elaborazioni di virologi ed epidemiologi, possiamo aspettarci il raggiungimento del picco nel giro di 7-10 giorni e, ragionevolmente, la diminuzione del contagio”.

Dopo il dl “Cura Italia”, 5mila braccialetti per i detenuti ai domiciliari: provvedimento del Dap

in Breaking news by

Sono 5mila i braccialetti a disposizione per il controllo dei detenuti ammessi alla detenzione domiciliare. E’ quanto si legge nel provvedimento del capo del dipartimento dell’Amministrazione penitenziaria, d’intesa con il capo della Polizia, che attua il decreto ‘Cura Italia’. “Il Dipartimento della Pubblica Sicurezza rende disponibili complessivi 5.000 apparecchi” di cui 920 alla data della firma del documento, siglato venerdì scorso. 5mila braccialetti a detenuti ai domiciliari. Il Dipartimento amministrazione penitenziaria si occuperà inoltre del “costante monitoraggio delle esigenze conseguenti all’adozione dei provvedimenti resi dall’Autorità giudiziaria”. Il decreto interdipartimentale, nelle sue premesse, indica che “dovrà essere periodicamente aggiornato, in relazione all’eventuale disponibilità di ulteriori strumenti di controllo”.

Papa Francesco riceve il premier Conte nella Biblioteca del Palazzo Apostolico

in Breaking news by

Papa Francesco ha incontrato il premier Giuseppe Conte. Il presidente del Consiglio dei Ministri è stato ricevuto nella Biblioteca del Palazzo Apostolico. “Preghiamo oggi per tanta gente che non riesce a reagire e rimane spaventata per questa pandemia. Il Signore li aiuti ad alzarsi e a reagire per il bene di tutta la società e di tutta la comunità”, ha detto il Papa stamattina introducendo la messa a Santa Marta che da settimane dedica all’emergenza sanitaria che sta investendo il mondo.

Coronavirus, l’annuncio degli esperti: “Il rallentamento si consolida ma servono ancora giorni per la discesa”. L’unica incognita è la velocità

in Breaking news by

Gli esperti non hanno dubbi: “Si va consolidando il ritmo con il quale stanno rallentando in Italia i casi positivi al coronavirus”. Tradotto in parole semplici: si va quindi verso una sorta di plateau e la fase di discesa potrebbe iniziare nei prossimi giorni. A rimarcare questo dato sono i fisici che curano la pagina Facebook “Coronavirus-Dati e analisi scientifiche”. Che, al tempo stesso, rilevano: “Il punto è la velocità con cui la curva scenderà: questo dipenderà dall’efficacia delle misure di contenimento”. La riapertura delle attività “va programmata, altrimenti non se ne può parlare”. Lo sostiene un virologo dell’Università di Padova, Andrea Crisanti, secondo cui bisogna ad esempio fornire di dispositivi di protezione gli operai delle aziende e la diagnosi deve essere accessibile a tutti sia come test sia in termini di tamponi”. Non si può cioè, avverte, “mandare le persone a lavorare senza fare prima il test per vedere se sono positive”.

Borsa, Piazza Affari -1,6%: a soffrire più di altri sono le banche. Lo spread tocca quota 190 punti

in Breaking news by

Avvio di settimana particolarmente pesante per Piazza Affari. Dopo una partenza cauta il listino è andato in caduta verticale con il Ftse Mib che è arrivato a cedere fino al 3% per poi ripiegare a -1,6% (a 16.553 punti) con le dichiarazioni del commissario agli affari economici Paolo Gentiloni circa la possibilità di condivisione del debito. A soffrire più di altri le banche che tra stop & go lasciano sul terreno diversi punti percentuali. Lo spread tra Btp e Bund è in area 190 punti base.

Coronavirus, Gallera: “Negli ultimi 4 giorni è cambiato molto in Lombardia, stiamo notando una flessione nel numero dei casi”

in Breaking news by
Gallera

In Lombardia stiamo notando una flessione nel numero dei casi, ma soprattutto della pressione sui pronto soccorso e sull’azione delle ambulanze. Negli ultimi 4 giorni è cambiato molto. E’ il segno che il grande sforzo che stiamo facendo, al di là di qualche idiota, sta funzionando”. Lo ha detto l’assessore al Welfare della Regione Lombardia, Giulio Gallera. All’ospedale Sacco di Milano “venerdì avevano avuto 39 decessi per Coronavirus, ne hanno avuti 7 sabato e 9 domenica. E’ un caso, ma la riduzione della pressione c’è, quindi è un dato positivo”, ha spiegato.

Coronavirus, allarme della Federazione nazionale degli ordini delle professioni infermieristiche: 4mila i contagiati, timori burnout

in Breaking news by
infermieri

Tra gli infermieri “c’è il maggior numero di operatori sanitari positivi al nuovo coronavirus: circa 4mila. Tra gli infermieri c’è chi muore di Covid-19 per assistere ed essere vicino ai pazienti, ma lo fa comunque senza il minimo tentennamento”. Lo afferma Barbara Mangiacavalli, presidente della Federazione nazionale degli ordini delle professioni infermieristiche (Fnopi), sottolineando che 9.448 infermieri hanno risposto “ci sono” alla chiamata della Protezione civile, quasi venti volte di più della richiesta. A lanciare l’Sos sono stati gli stessi operatori sanitari, specie nelle zone più colpite dall’epidemia da Coronavirus. Hanno chiesto aiuto per allentare l’angoscia e per cercare di evitare il burnout professionale, per non restare ‘bruciati’ da questa esperienza troppo dolorosa. Così su tutto il territorio nazionale ospedali e asl hanno organizzato servizi di ascolto psicologico in piccoli gruppi, o colloqui individuali per medici e infermieri sotto pressione da settimane.

1 29 30 31 32 33 93
Go to Top