DAILY MAGAZINE

Category archive

Breaking news

Blitz a Scampia, pioggia di arresti: sgominata la piazza di spaccio

in Breaking news/Campania/News by
1463986825315_1463986841.jpg--operazione_antidroga_tra_ostia__roma_e_barcellona__sono_ventuno_gli_arrestati

Blitz notturno dei Carabinieri nel quartiere di Scampia a Napoli. Sgominata una gang di 12 spacciatori ritenuti in collegamento con la camorra. I militari della compagnia Stella hanno dato esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip di Napoli su richiesta della Dda a carico di 12 persone della zona Nord del capoluogo campano ritenuti responsabili,accusate, a vario di titolo, di associazione finalizzata allo spaccio e di spaccio di eroina e cocaina. Come riporta l’Ansa, gli arrestati sono considerati gestori e pusher di una “piazza di spaccio” allestita nel quartiere per lo smercio al dettaglio di grossi quantitativi di droghe pesanti, così come emerso nel corso di indagini dei militari della stazione ‘quartiere 167’ con servizi di osservazione e pedinamento sull’insediamento di edilizia privata chiamato “lotto 582”.

Il diktat del Ministro Costa: “Aumentare gli arresti per i reati della Terra dei Fuochi”

in Breaking news/News by
Sergio-Costa

Dichiarazione importante quella del il ministro dell’Ambiente Sergio Costa che ha presenziato in Prefettura a Napoli dove ha presieduto al cabina di regia sulla Terra dei Fuochi. “Il mio obiettivo è roghi zero e voglio gli arresti dei criminali che mettono fuoco ai rifiuti. L’arresto – ha spiegato – è elemento forte di deterrenza e simbolicamente è elemento che dà robustezza allo Stato. Voglio un incremento forte degli arresti”.

Il ct Mancini pronto a cambiare volto dell’Italia, Insigne verso la panchina contro la Polonia

in Breaking news/News/Sport by
insigne24

Non chiamatela sosta. Le Nazionali impegnano tanto numerosi giocatori del Napoli in giro per il mondo con le rispettive rappresentative, che guidano gli undici per gare ufficiali ed amichevoli. Focus ovviamente puntato sull’Italia del ct Roberto Mancini, che dopo la buona prestazione contro l’ucraina a Genova terminata però con un pari, è costretta nuovamente a cambiare per trovare nuovo smalto in vista del big match cruciale per il futuro della Nations League al cospetto della Polonia. Gli azzurri infatti sono costretti alla vittoria: in caso di ko, la Nazionale verrebbe retrocessa visto che quella avversaria andrebbe a quattro punti e sarebbe in vantaggio di gol negli scontri diretti. Se arrivasse un pareggio, invece, sarebbe tutto rimandato all’ultima giornata: Italia-Portogallo (17 novembre a San Siro) e Portogallo-Polonia il 20 novembre. Ma c’è anche la speranza, seppur debole, di vincere il girone: serve necessariamente battere Polonia e Portogallo nelle ultime due sfide e sperare che la Polonia si prenda la rivincita contro André Silva e compagni all’ultima giornata. In questo caso l’Italia chiuderebbe a 7 punti davanti a Portogallo (6) e Polonia (4), che così sarebbe retrocessa in Liga B. A farne le spese, molto probabilmente, Lorenzo Insigne: si preannuncia infatti l’esclusione dal 1′ minuto dello scugnizzo di Frattamaggiore, con Ciro Immobile che potrebbe prendere il suo posto ed agire tra Chiesa e Bernardeschi.

La terra trema a Napoli, ancora una scossa di terremoto nell’area flegrea: i dettagli

in Breaking news/News by
terremoto

La terra trema ancora a Napoli, questa mattina. Una scossa di magnitudo 2 della scala Ritcher, alle ore 9,43, a una pronfondità di 1,7 km con epicentro nella zona tra gli Astroni e la Solfatara è stata registrata dall’Osservatorio Vesuviano. Sempre questa mattina i sismografi dell’Ingv hanno, inoltre, registrato uno sciame dismico di undici lievi eventi tellurici dalle ore 6,15 alle ore 6,39 sempre con epicentro nella stessa zona e con una massima magnitudo di 1 grado della scala Ritcher con una profondità media di un chilometro e mezzo. Come riporta Il Mattino, la scossa delle ore 9,43 è stata avvertita da gran parte della popolazione sia nella zona di Agnano che nella parte alta della città di Pozzuoli.

Incendio sull’autostrada A1 Milano-Napoli, veicolo in fiamme e chilometri di coda

in Breaking news/News by
Traffico

Code lunghe fino a 2 chilometri sull’autostrada A1 Milano-Napoli, nel tratto tra il nodo di Acerra-Afragola e Caserta Sud. Un veicolo è andato in fiamme stamattina, con una colonna di fumo ben visibile in tutta l’area. Importante il rallentamento stradale, ma la situazione sembra comunque sotto controllo. Il mezzo è fermo all’altezza di Marcianise, a poca distanza dal Centro Commerciale Campania.

Tenta la rapina in pieno centro e ferisce la vittima con del vetro: paura a Napoli

in Breaking news/News by
borseggio

Aumenta senza sosta l’allarme violenza e sicurezza a Napoli. Come riporta l’Ansa, una coppia di turisti francesi sono stati vittime in città di un’aggressione con rapina, minacciati e feriti con un coccio di vetro. Secondo quanto ricostruito dalla Polizia di Stato i due stamattina alle cinque in via Amerigo Vespucci, sono stati avvicinati da due extracomunitari. Lì, il gesto estremo: sono infatti stati minacciati con un coccio di vetro e quando il turista ha provato a reagire alla rapina della borsa della sua fidanzata, è stato colpito al braccio. I due malviventi sono scappati via con il bottino: quindici i giorni di prognosi per la vittima.

Scoppia una lite nel napoletano, anziano ferito con l’acido da un gruppo di giovani

in Breaking news/News by
prontosoccorso

Un fatto increscioso è accaduto in provincia di Napoli, a Licola.  Un uomo di 70 anni è stato ferito  con un liquido corrosivo contenuto in una bottiglia che gli è stato lanciato su una gamba da un giovane. Come scrive l’Ansa, in precedenza – secondo quanto ricostruito dalla Polizia – l’uomo aveva avuto un diverbio per futili motivi nel giardino della sua abitazione con un gruppo di giovani che poi si sono allontanati. Uno di loro è tornato sul posto con l’acido che ha versato sull’arto dell’uomo. Il 70enne è stato soccorso dal 118, portato in ospedale dove è stato medicato e dimesso. Sul fatto indagano gli agenti del commissariato di polizia di Giugliano.

Paura al Comune di Napoli, il soffitto cade a pezzi

in Breaking news/News by
comunedinapoli

Pezzi di una controsoffittatura si sono staccati stamattina al terzo piano di Palazzo San Giacomo.
Come riporta l’Ansa, il cedimento per fortuna non ha causato danni a persone. L’area, in prossimità dell’ascensore, è stata transennata ed al momento interdetta al transito. Si tratta di uno dei punti a rischio, segnalato nella relazione dei periti della NapoliServizi e del Comune durante l’ispezione di agosto, condotta con i rappresentanti della sicurezza dei lavoratori e partita su denuncia della Cisl Fp dopo il cedimento di un lampadario nell’androne centrale. Nel fine settimana, invece, è stata transennata la statua storica di Rogerius che si trova nell’androne centrale, anch’essa oggetto di dissesti.

Scacco alla camorra, quattordici arresti in tutto il napoletano

in Breaking news/News by
polizia arresti clan

I Carabinieri di Napoli hanno dato esecuzione a una misura cautelare emessa dal Gip del tribunale di Napoli su richiesta della locale direzione distrettuale antimafia nei confronti di 14 indagati in tutto il napoletano, indiziati a vario titolo di associazione per delinquere di tipo mafioso e associazione finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti nonché di spaccio di stupefacenti, possesso di documenti di identità falsi e lesioni aggravate, con l’aggravante dell’agevolazione mafiosa. Come riporta l’Ansa, l’indagine coordinata dai Magistrati della Dda di Napoli e condotta dal nucleo operativo della compagnia carabinieri di Napoli Poggioreale, si è articolata in attività tecniche classiche di investigazione i cui esiti sono stati avvalorati anche dalle dichiarazioni di numerosi collaboratori di giustizia. L’attività investigativa trae origine dall’omicidio di un giovane pusher avvenuto nel 2017.

Individuato il colpevole dell’incendio di Capri: è un quindicenne

in Breaking news/Campania/News by
candair

Individuato il responsabile dell’incendio di domenica 30 settembre ad Anacapri: si tratta di un ragazzino di 15 anni che ha confessato. Come scrive Il Mattino, è stato denunciato dai carabinieri per incendio boschivo: aveva dato fuoco a un cumulo di foglie secche con un accendino causando l’incendio di circa un ettaro di vegetazione del Monte Solaro, il punto più alto dell’isola di Capri. Per estinguere il rogo del 30 settembre è stato necessario l`intervento di squadre dei Vigili del Fuoco, di due elicotteri antincendio, della protezione civile e di volontari. Analizzando le immagini di sistemi di videosorveglianza e ricostruite le presenze in zona delle ultime ore, i militari dell’Arma sono riusciti ad accertare che poco prima sette giovani erano saliti verso la cima per poi ridiscenderne a distanza di tempo con l’aria inequivocabilmente spaventata.

1 2 3 15
Go to Top