renzi

Caserta. Il plauso dell’ex premier allo stacanovista della Reggia

in News/Primo Piano/Scelti dall'Editore by

Lunedì dell’Angelo, per la prima volta dopo anni la Reggia di Caserta è rimasta aperta grazie all’impegno dei lavoratori e del direttore, che ormai conoscete, visto che ve ne ho parlato spesso, Mauro Felicori. Sì, proprio quello nominato dal nostro governo e subito accolto da una polemic di qualche sigla sindacale perchè “lavorava troppo” scrive Matteo Renzi nella enews. “Vi confesso che non finisco di emozionarmi – continua l’ex premier – quando penso alla bellezza dell’Italia e penso che, nonostante la mancanza di organizzazione che troppo spesso caratterizza i nostri beni culturali, le cose stanno cambiando.  Ed ecco, infatti che la direzione della Reggia, sorprende ancora tutti. Per venire incontro alle esigenze dei numerosi turisti che sceglieranno di visitare il Monumento nei ponti festivi che quest’anno coincidono con diverse festività ha disposto l’apertura al pubblico del Complesso vanvitelliano anche nei seguenti martedì (giorni abitualmente di chiusura settimanale):

25 aprile, 2 maggio, 15 agosto, 31 ottobre, 26 dicembre 2017 e 2 gennaio 2018.

L’apertura del Parco  in questi martedì – giorni abitualmente di chiusura settimanale – è stata senza dubbio decisa in base al trend positivo di visite al bellissimo monumento borbonico.

Un trend positivo che ci auguriamo investa anche una città quasi del tutto spenta, quella di Caserta che, sopravvive all’ombra della Reggia, senza che vengano poste in essere manovre politiche per darle quello splendore che dovrebbe avere la città che culla un monumento di un simile valore.