carabinieri-arresto-manette

Rituali, lotte e droga in tutta Italia: così operava la banda di spacciatori nigeriani al Cara di Mineo

in Breaking news by

Supreme Vikings confraternity, la banda di spacciatori nigeriani di marijuana e cocaina che operava in varie zone d’Italia è stata sgominata dalla polizia che ha eseguito 19 fermi. Associazione mafiosa, traffico illecito di sostanze stupefacenti o psicotrope e violenza sessuale aggravata sarebbero i reati contestai alla banda che aveva una cellula operativa all’interno del Cara di Mineo.

Dalle indagini condotte dalla Squadra Mobile di Catania è emersa una banda forte, organizzata che da una parte non esitava a scontrarsi con gruppi rivali per mantenere il proprio dominio sulle comunità straniere presenti all’intero del Cara di Mineo creando così un clima d’omertà nel centro siciliano e che dall’altra si assicurava la fedeltà dei propri membri con rituali e pratiche magiche. Alle indagini della squadra mobile non si è fatta attendere una dichiarazione del ministro dell’Interno, Matteo Salvini, che in un’intervista ha dichiarato: “È mia intenzione chiudere il Cara di Mineo entro quest’anno. Più grossi sono i centri più facile è che si infiltrino i delinquenti”.