stadio-san-paolo

Botta e risposta tra il Napoli ed il Comune, nel mirino ancora lo Stadio San Paolo

in Campania/News/Sport by

Prosegue senza sosta la querelle tra il Comune di Napoli ed il club del presidente De Laurentiis, inasprita ancor di più dopo il match contro il Milan durante la quale il massimo dirigente partenopeo non avrebbe pagato il fitto dell’impianto di Fuorigrotta. Nessuna fattura emessa dal Comune di Napoli, nessun bonifico da parte del Calcio Napoli: si resta così inesorabilmente in sospeso, con toni ancora molto accesi ma con i pontieri che sono al lavoro. La società azzurra inoltre, si limita a esprimere una certa irritazione sulla mancanza di trasporti pubblici nella notte dopo Napoli-Milan con tantissimi tifosi rimasti a piedi e disagi in città. L’assessore allo Sport Ciro Borriello invece, minaccia di chiedere il pagamento del fitto dello stadio come servizio a domanda individuale con il 10% degli incassi dal 2016. E’ proprio l’Assessore che così parla all’Ansa dell’annosa questione: “Non ci interessa più approfondire tematiche che vadano al di là del rapporto formale tra un club di calcio e il Comune di Napoli. Non ci sono più margini di trattative, non per colpa nostra ma per l’abbandono del tavolo da parte di De Laurentiis. C’è un regolamento chiaro sull’utilizzo dello stadio San Paolo che anche gli avvocati di De Laurentiis conoscono bene, ora andremo avanti come prescrivono le norme e i regolamenti. Lì gioca solo il Napoli ma le modalità del rapporto sono chiare a tutti e devono essere rispettate”.