Warning: Illegal string offset 'src' in /web/htdocs/www.notix.it/home/wp-content/plugins/jetpack/functions.opengraph.php on line 293

DAILY MAGAZINE

Author

Direx - page 37

Direx has 414 articles published.

Il ministro Speranza: “Fiducioso sulla tenuta del Governo”

in Primo Piano by
Roberto Speranza

Si dice ottimista e ritiene che l’attuale Governo sia molto utile per l’Italia. Roberto Speranza, ministro per la Salute, nel corso di un forum all’Ansa, si dice certo del fatto che ci siano “tutte le condizioni per rendere più forte e coesa questa maggioranza”.

Speranza vede come primo obiettivo la crescita del paese e come secondo la lotta alle disuguaglianze. “Con questi obiettivi comuni si costruirà l’agenda per i prossimi mesi”, aggiunge.

Tra i temi del forum l’allarme per l’antibiotico-resistenza anche in Italia, la partita aperta per l’abolizione del ticket sanitario e la situazione delle liste di attesa che continuano a rappresentare un nodo dolente in molte Regioni.

Alitalia, altra proroga: ancora fumata nera per la cordata

in Breaking news by
Alitalia

E’ ancora lontana la realizzazione del consorzio Alitalia. Fs, ieri, alla vigilia della scadenza dell’offerta vincolante, ne ha preso atto pur confermando la disponibilità ad andare avanti. Il cda della società guidata da Gianfranco Battisti ha infatti constatato che, tra Lufthansa che non intende aprire il portafoglio e Atlantia che si sfila, non ci sono ancora le “condizioni necessarie” per il consorzio. Ma il ministro dello sviluppo economico Stefano Patuanelli ritiene ancora che “ci sia un margine” nelle trattative con Delta e Lufthansa. La palla passa ora ai commissari, che da mesi ripetono la necessità di fare presto.
L’orientamento, tuttavia sarebbe quello di concedere una nuova proroga (l’ottava) di una ventina di giorni purché l’intera operazione venga chiusa entro marzo 2020. Il board di Fs, da 13 mesi capofila della cordata per la nuova Alitalia, si è riunito per fare il punto sulla posizione dei partner coinvolti nelle trattative: Delta ha “confermato la disponibilità a partecipare all’equity” con 100 milioni per una quota del 10%; Lufthansa nella lettera trasmessa ieri ha “prospettato la disponibilità ad un accordo commerciale, ma non ad un ingresso immediato nell’equity”; infine Atlantia, pur restando disponibile a proseguire il confronto, non vede ancora realizzate le condizioni per l’adesione al progetto.

Taranto, tensione all’ex Ilva: le aziende dell’indotto, senza soldi, presidiano da 4 giorni le portinerie dello stabilimento

in Breaking news by
A.Mittal: presidio lavoratori indotto, c'è anche Emiliano

Per il quarto giorno consecutivo le portinerie dello stabilimento ex Ilva di Taranto sono ancora presidiate dalle aziende dell’indotto che rivendicano il pagamento delle fatture.

Ieri sera la multinazionale ArcelorMittal, attraverso l’ad Lucia Morselli, aveva comunicato ai sindacati di aver pagato per intero tutti i fornitori strategici e al 70%, tra pregresso e in corso, i 163 fornitori degli autotrasportatori, ma le imprese sostengono di non aver ricevuto ancora alcun bonifico.

E quindi la protesta prosegue e potrebbe inasprirsi con il blocco totale dell’attività del siderurgico se entro mezzogiorno non saranno fornite le necessarie garanzie. I crediti vantati ammontano complessivamente a 60 milioni di euro.

Fiamme su cargo a Livorno, nessun ferito tra le 25 persone dell’equipaggio a bordo

in Breaking news by
Cargo Livorno

Fiamme su un cargo a Livorno, a circa tre miglia dal porto: fortunatamente non ci sono feriti. L’incendio nella notte, poco dopo le 2.30, nella sala macchine del mercantile “Eurocargo Trieste”.

Venticinque le persone dell’equipaggio che si trovavano a bordo, tra le quali non risultano feriti o intossicati. Insieme ai vigili del fuoco sono ancora a bordo della nave che è stata poi trainata in porto. Il traffico marittimo dello scalo livornese è stato così inizialmente sospeso venendo poi riaperto al momento in entrata dopo che il mercantile è stato portato fuori dall’avamporto. Ora la nave si trova in rada, poco fuori dalla diga portuale della Vegliaia, sempre assistita da una motovedetta della Capitaneria di Porto e dai rimorchiatori e dai mezzi dei vigili del fuoco che proseguono il lavoro con gli idranti per raffreddare dall’esterno le lamiere della sala macchine, dove si è sviluppato l’incendio.

Ferrara, per soldi uccide la nonna a pugni: arrestato un 22enne

in Breaking news by
Ferrara

Uccide la nonna 71 anni, massacrandola a pugni, mentre era alla guida dell’auto, dal sedile passeggero. Il fatto è avvenuto a Ferrara. L’omicidio sarebbe avvenuto, secondo le prime ipotesi, per questioni di soldi. Bloccato da automobilisti e da un carabiniere fuori servizio, il 22enne è stato interrogato a lungo durante la notte e, anche dinanzi al magistrato, si è avvalso della facoltà di non rispondere. Ora si trova in stato di arresto per omicidio volontario.

Botti illegali, scoperto e sequestrato deposito nel napoletano: a rischio le abitazioni adiacenti

in Breaking news by
Sequestro Gdf 330 kg botti illegali

Trecentotrenta chilogrammi di botti pirotecnici illegali, un arresto e una denuncia: è il bilancio di un’operazione della Guardia di Finanza che, a Melito di Napoli, ha scoperto un deposito di fuochi di artificio illegali (tra “cipolle”, “sfere calibro 7.5”, “cobra” e “thunder”), 500 grammi di polvere pirica e oltre 3.600 pezzi necessari alla fabbricazione abusiva di botti artigianali (tappi, micce, carta e adesivi recanti il marchio “cobra”).

Si tratta di una vera e propria attività commerciale di botti pericolosi nella disponibilità di una persona gravata da numerosi precedenti specifici che metteva in serio pericolo le palazzine adiacenti. I finanzieri hanno arrestato una persona di Mugnano e denunciata un’altra di Napoli per violazioni in materia di sicurezza, detenzione, fabbricazione e commercio abusivo, e, infine anche per omessa denuncia all’Autorità di materiale esplodente.

M5S, al voto su Rousseau la partecipazione alle Regionali in Emilia Romagna e Calabria

in Primo Piano by
++ Ue: M5S, Di Maio chieda vertice maggioranza sul Mes ++

Il Movimento 5 Stelle, ancora una volta, fa ricorso alla piattaforma Rousseau, stavolta per la partecipazione alle imminenti elezioni regionali in Emilia Romagna ed in Calabria.

Saranno gli iscritti a pronunciarsi in merito”: lo annuncia il blog del M5S. “Ci siamo confrontati, abbiamo consultato le persone che portano dalla prima ora sulle spalle questo Movimento, – si legge in una nota – e tutti concordano che serva un momento di riflessione, di standby. Ma decidiamo insieme. È quindi il momento di chiederci se questa grande mobilitazione di crescita e rigenerazione sia compatibile con le attività elettorali”.

Corruzione per appalti, blitz della GdF: 20 arresti e sequestri tra Roma, Napoli e Frosinone

in Breaking news by
Fisco: bancarotta e frode, Gdf Bergamo arresta 5 persone

E’ scattata alle prime luci dellalba una maxi-operazione della Guardia di Finanza che sta eseguendo un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 20 persone, tra dipendenti pubblici e imprenditori.

Gli indagati sono accusati, a vario titolo, di corruzione, turbativa d’asta e falso nell’aggiudicazione di appalti pubblici.

L’attività del Nucleo Speciale Anticorruzione, che vede impiegati oltre cento finanzieri tra Roma, Napoli e Frosinone, prevede anche lesecuzione di decine di perquisizioni in uffici della pubblica amministrazione, società e abitazioni private.

Regionali, Carfagna a colloquio con Berlusconi: sul nome di Caldoro continuano a piovere veti

in Campania by
Mara-Carfagna-Silvio-Berlusconi-e-Stefano-Caldoro

Mara Carfagna a colloquio con Silvio Berlusconi.

L’obiettivo dell’ex premier è quello di evitare, dopo il caso Toti, ulteriori strappi all’interno di Forza Italia.

Fonti vicine al partito fanno sapere che la Carfagna ha posto esplicitamente il veto sulla candidatura a governatore di Stefano Caldoro ed ha suggerito una serie di nominativi in alternativa.

Berlusconi, che nei giorni scorsi aveva lanciato in pista Caldoro proprio per far tornare la Carfagna sui suoi passi, in una nota diramata alla stampa parla di “un incontro di lavoro che si è svolto, come sempre, all’insegna della cordialità e della costruttiva collaborazione”.

Il che, parafrasando il politichese, sta a significare che la rottura con la Carfagna non è insanabile e che i ragionamenti in vista delle prossime regionali non sono affatto chiusi.

Del resto, sul nome di Caldoro sono diversi i veti registrati in queste ore: veti sia interni a Forza Italia che da parte dei partiti alleati, Lega e Fratelli d’Italia.

La chiacchierata con Berlusconi sarà servita a convincere la Carfagna a restare tra le fila degli azzurri? Ah saperlo…

Manovra, disco verde dell’Unione Europea anche se “l’Italia rischia sul Patto di Stabilità”

in Primo Piano by
Italian Prime Minister Giuseppe Conte (L) with Italian Minister of Economy, Roberto Gualtieri, attend a press conference after a Cabinet for the approval of the update note to the Economic and Financial Document (Economic planning) at Chigi Palace in Rome, Italy, 30 September 2019. 
ANSA/UFFICIO STAMPA PALAZZO CHIGI/FILIPPO ATTILI
+++ ANSA PROVIDES ACCESS TO THIS HANDOUT PHOTO TO BE USED SOLELY TO ILLUSTRATE NEWS REPORTING OR COMMENTARY ON THE FACTS OR EVENTS DEPICTED IN THIS IMAGE; NO ARCHIVING; NO LICENSING +++

Arriva il disco verde della Commissione Ue alla manovra italiana 2020, sebbene ci siano rischi di non rispetto del Patto di Stabilità”. Inoltre persiste il rischio di “non rispetto del benchmark di riduzione del debito”, così come per Belgio, Spagna e Francia, scrive Bruxelles nella sua opinione. La Commissione Ue ha già fatto sapere che tornerà a valutare i conti pubblici in primavera.

Invitiamo tutti gli Stati a rischio di non rispetto del Patto a prendere le misure necessarie all’interno del processo nazionale di bilancio, per assicurare che il bilancio 2020 rispetti le regole”, ha detto il vicepresidente della Commissione, Valdis Dombrovskis. Tra i Paesi a rischio di non rispetto delle regole, “quelli che ci preoccupano di più sono quelli con debiti alti che non sono stati ridotti abbastanza velocemente”, ovvero Spagna, Belgio, Francia e Italia, precisa Dombrovskis.

1 35 36 37 38 39 42
Go to Top