taser

Arriva la pistola elettrica. Al via le sperimentazioni nelle questure di Napoli, Milano e anche Caserta

in News/Primo Piano by

Parte la sperimentazione della pistola elettrica taser, che serve a immobilizzare le persone con una scossa e consente di avere un’alternativa al manganello e soprattutto alle armi da fuoco. Ora che il via libera

è arrivato, è già deciso l’elenco delle questure. Si comincia a Milano, Brindisi, Caserta, Catania, Padova e Reggio Emilia. La circolare firmata dal capo della direzione anticrimine è partita il 20 marzo. Appena i poliziotti avranno misurato gli effetti del dispositivo e soprattutto testato l’utilizzo si andrà a regime in tutta Italia. Una procedura che coinvolge anche i carabinieri. Non una novità, infatti, già dal 2014 era stata valutata la possibilità di questa nuova dotazione per le forze dell’ordine, soprattutto per chi è impiegato nei servizi di ordine pubblico. Ma soltanto negli ultimi mesi si è arrivati a una soluzione condivisa con i sindacati che si erano attivati per ottenere la pistola “per essere al passo con le polizie di tutta Europa”.