sdr

Arrestato a Napoli immigrato del Gambia: progettava attentati

in News/Primo Piano by

Un immigrato del Gambia, richiedente asilo in Italia, è stato arrestato all’uscita della moschea di Licola con l’accusa di terrorismo di matrice islamica. Touray Alagie, 22 anni, ha anche ammesso agli investigatori che stava progettando un attentato: gli era stato chiesto da alcuni vertici dello Stato Islamico, attraverso l’app di Telegram, di lanciarsi con l’auto sulla folla. Il gambiano, che viveva in un centro di accoglienza a Pozzuoli, aveva anche registrato un v ideo, poi diffuso sempre sulla stessa app, nel quale prestava giuramento al califfo Al Baghdadi, capo dello Stato Islamico. E proprio da alcuni messaggi su questa applicazione che, da altri militanti di Daesh, il giovane aveva ricevuto le istruzioni su come organizzare l’attentato. L’indagine, coordinata dalla Procura di Napoli, è stata eseguita dai Ros dei carabinieri e dalla Digos con il sostegno di guardia di finanza e polizia penitenziaria che hanno effettuato indagini patrimoniali e controlli nelle carceri. I particolari dell’attività investigativa sono stati resi noti dal procuratore capo di Napoli, Giovanni Melillo, insieme al capo della polizia Franco Gabrielli e al comandante dei Ros, generale Pasquale Angelosanto.