Agguato a Napoli, forse nipotino assiste a omicidio

Agguato davanti alla scuola, altri due arresti a Napoli: operazione di Polizia e Carabinieri

in Breaking news by

Altri due arresti per l’omicidio di Luigi Mignano, l’uomo che lo scorso 9 aprile 2019 fu ucciso mentre stava accompagnando il proprio nipotino a scuola, nel rione Villa di Napoli. I carabinieri e la polizia hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di Giovanni Salomone e Giovanni Borrelli.

Le indagini, coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia, e scattate subito dopo l’agguato compiuto davanti a bambini e genitori, avevano consentito di fermare già il 4 maggio scorso sette persone, elementi apicali ed affiliati al clan D’Amico, articolazione del gruppo Mazzarella operante nel quartiere di San Giovanni a Teduccio.

Gli arresti di oggi hanno ricostruito in maniera definitiva tutte le fasi dell’azione, che va ricondotta nell’ambito della contrapposizione tra i clan Mazzarella e Rinaldi, per il controllo delle attività illecite nell’area orientale del capoluogo campano.