halili

Accusato di terrorismo un italo-marocchino a Torino. Indagini in tutta Italia

in News/Primo Piano by

“Partecipazione all’associazione terroristica dello Stato Islamico”. E’  questa l’accusa nei confronti di un italo-marocchino arrestato questa mattina a Torino dalla Polizia al termine di un’indagine del nucleo antiterrorismo coordinata dalla procura del capoluogo piemontese. Si tratta di Elmahdi Halili, 23enne: è considerato autore del primo testo di propaganda dell’Isis in italiano. Nell’inchiesta sono coinvolti anche alcuni italiani convertiti all’Islam, oltre a cittadini di origine straniera: l’accusa ipotizzata nei è di aver svolto una campagna di radicalizzazione e proselitismo sul web. Perquisizioni sono in corso da parte della polizia nei confronti di soggetti legati ad ambienti dell’estremismo islamico. I 13 decreti di perquisizione sono scattati a Milano, Napoli, Modena, Bergamo e Reggio Emilia. È ritenuto autore del primo testo di propaganda dell’Isis in italiano. Era un personaggio noto agli investigatori dell’Antiterrorismo perché tre anni fa aveva patteggiato una condanna a due anni per istigazione a delinquere con finalità di terrorismo per la pubblicazione sul web di una serie di documenti dell’Isis. Da allora Elmahdi Halil, 23 anni, italo marocchino, era diventato oggetto di indagine e oggi è stato arrestato dalla polizia per “partecipazione all’associazione terroristica dello Stato Islamico”.