cure palliative

A Napoli un obiettivo: “Cure palliative, mai più ultimi”

in News/Primo Piano by

Nella Giornata Mondiale sugli Hospice e della Settimana Nazionale sulle cure palliative, l’Ordine dei medici di Napoli e l’Osservatorio regionale malattie palliative hanno consegnato i riconoscimenti a giornalisti e direttori generali di Asl e ospedali che si sono distinti in questo ambito. In Campania, accanto al Reparto per le cure palliative e terapia del dolore del Cardarelli, ci sono gli Hospice. Tre i direttori generali premiati: Annamaria Minicucci, a capo del Santobono-Pausilipon; Antonio D’Amore, direttore della Asl Napoli2 Nord; Nicola Cantone, dg dell’ospedale di Salerno S.Giovanni di Dio e Ruggi D’Aragona. Sette, invece, i giornalisti a cui è andato il premio “Cure palliative, mai più ultimi”, indetto dall’Associazione House Hospital onlus e da altre organizzazioni. “La Regione Campania, con un decreto, ha previsto 400 posti letto per hospice e l’apertura di 14 hospice” ha fatto sapere Sergio Canzanella, direttore dell’Osservatorio regionale Cure Palliative e Medicina del Dolore.