caldoro

Abbiamo contattato telefonicamente Caldoro per un’intervista, ma non ci risponde. A lui piacciono le domande confezionate

in Campania by

Visto che non ci risponde al telefono e non ha nemmeno richiamato, come correttezza vorrebbe, rivolgiamo pubblicamente alcune domande a Stefano Caldoro nella speranza, poi, di ottenere una risposta.
Prima domanda: consigliere Caldoro, Lei si vuole ricandidare e sa bene che è stato una delusione per tutti. Con quale coraggio si ripropone?
Seconda domanda: Lei, consigliere, ha fatto implodere la coalizione di centrodestra, come pensa di rimettere insieme i cocci? In Forza Italia c’è una evidente spaccatura sul suo nome, la Lega non la vuole e Fratelli d’Italia frena. Come fa con questi presupposti a chiedere di essere ricandidato?
Terza domanda: Lei ha sempre sostenuto che, chi è indagato, deve stare lontano da Lei. Oggi che Lei è indagato (il solito rito non serve) come fa a proporsi nella corsa per la carica di governatore?
Ecco tre semplici domande: ha tutto il tempo di riflettere, di chiedere consigli e di rispondere anche sulla sua bacheca. Sarà cura nostra riprendere le sue risposte e pubblicarle. Se poi ha il coraggio di contattare la nostra redazione, e rispondere direttamente al direttore oppure ai giornalisti, noi siamo a disposizione