tang

Tangenziale. Appalti in cambio di esami universitari

in News/Scelti dall'Editore by

Agevolazioni alla ditta amica per gli appalti della Tangenziale in cambio di un esame all’università, favore che però gli indagati non sarebbero poi riusciti ad ottenere. E’ questo il retroscena dell’inchiesta che stamane ha portato all’arresto di due funzionari della Tangenziale di Napoli Spa e di tre imprenditori di Casapesenna.

Secondo la Dda, uno dei due manager, Francesco Caprio, avrebbe agevolato la Cogepi dei Piccolo perché uno dei titolari, Giovanni (deceduto nel 2015) aveva rapporti di amicizia con un professore universitario presso il quale suo figlio doveva sostenere un esame. E’ quanto emerge dalle intercettazioni telefoniche agli atti dell’ordinanza di custodia cautelare spiccata dal gip Federica Colucci nei confronti di Caprio e degli altri indagati.